Buongiorno a tutti! Nell’ultimo nostro articolo abbiamo parlato di Overtraining e Overreaching, mentre ora vogliamo affrontare un altro tema molto discusso e molto frequente: il crampo muscolare.

Partiamo innanzitutto da un concetto chiaro, che cos’è un crampo muscolare?

Quando accusiamo un crampo esso non è altro che una forte contrazione involontaria muscolare che può insorgere sia durante l’attività fisica sia a riposo limitando le funzioni biomeccaniche per alcuni secondi o addirittura minuti.

Quando insorge questa contrazione?

Non c’è un momento prestabilito in cui può insorgere e può arrivare in modo sporadico oppure con maggior frequenza.

Quali sono i muscoli più colpiti?

Di solito i muscoli biarticolati come ad esempio il polpaccio, gli ischiocrurali, il quadricipite, gli intercostali o i muscoli delle mani o dei piedi.

E’ importante sottolineare come l’arrivo di un crampo possa avere svariate cause:

  • scarsa circolazione sanguigna;
  • posizioni innaturali mantenute per diverso tempo;
  • squilibrio chimico o elettrolitico dovuto ad un’eccessiva sudorazione specialmente nel periodo estivo o durante i primi caldi;
  • eccessiva fatica nello sport di endurance;
  • allenamento troppo intenso in base alle proprie capacità.

 

Per quanto riguarda l’aspetto dello squilibrio chimico o elettrolitico dovuto a un’eccessiva sudorazione Isodrops può essere un corretto integratore per evitare questa situazione (leggi l’esperienza dell’ultramaratoneta e detentore del record del mondo di 24h di corsa su tapis roullant Vito Intini).

E ora prendi spunto da questi consigli e corri ad allenarti.

Istruttore Sportivo

dott.Marco Bertacchi

pt@nutriplus.it