In carriera ha conquistato tre scudetti, due con la maglia della Torres Sassari (2012-2013) e uno con la maglia di Brescia (2014) e, in tutte e tre le occasioni, ha abbinato al titolo tricolore la vittoria della Supercoppa. Fabiana Costi è una delle giocatrici reggiane più conosciute e apprezzate a livello nazionale.

Nata a Vezzano sul Crostolo, in provincia di Reggio Emilia, al termine della stagione 2015/’16, dove ha indossato la maglia della Fiorentina, ha fatto una scelta di vita, tornando a casa, in quella sua Reggio che nel 2010 aveva portato alla conquista della Coppa Italia.

Ha accettato di scendere in categoria, pur di tornare a casa, ripartendo dalla serie B. E in serie B Fabiana è stata letteralmente devastante, conquistando oltre alla vittoria del campionato e alla promozione in quella massima serie lasciata solamente un anno prima, anche il titolo di capocannoniere della manifestazione, con oltre quaranta gol realizzati.

Da questa stagione Fabiana Costi ha introdotto nella sua dieta quotidiana anche Isodrops, per riuscire a recuperare al meglio e nel più breve tempo possibile dalle fatiche accumulate durante gli allenamenti e le partite di campionato.

Com’è nata la passione per il calcio?

“Ho iniziato a giocare fin da quando ero bambina, perché volevo seguire mio fratello in tutto quello che faceva. Inizialmente oltre al calcio facevo anche pattinaggio artistico poi finite le scuole medie ho dovuto fare una scelta e ha prevalso la mia passione per il calcio”.

In carriera hai conquistato tre scudetti con altrettante Supercoppe e una Coppa Italia con la maglia della Reggiana.

“Ho avuto la fortuna di giocare in due squadre straordinarie come Sassari e Brescia, che rappresentavano due delle massime espressioni del calcio femminile in Italia e quindi non posso che essere molto orgogliosa di quello che ho fatto. La Coppa Italia vinta a Reggio ha un sapore particolare, perché è stata una vittoria arrivata con la squadra della mia città”.

E l’anno scorso è arrivata la decisione di tornare a giocare nella tua città?

“Ho giocato un anno nella Fiorentina ed è stato un anno complicato a causa dei molti infortuni, che mi ha però permesso di vivere una stagione in una società professionistica. Poi quando si è presentata l’opportunità di tornare a casa, dopo averci pensato bene, ho deciso di afferarla al volo e credo sia stata la scelta giusta”.

Nella tua dieta hai anche introdotto Isodrops.

“Sì e, sono veramente contenta di averlo fatto. Credo sia la soluzione ottimale per tutti coloro che fanno sport, a qualsiasi livello, perché oltre ad essere buono, è anche molto comodo e pratico a differenza di altri prodotti”.

Durante la stagione agonistica hai riscontrato dei benefici concreti?

“Riesco a recuperare molto meglio e molto più velocemente dopo le fatiche degli allenamenti e delle partite. Per me questo è un aspetto fondamentale praticando uno sport dove,  sentirti sempre al 100% dal punto di vista fisico può fare la differenza. Inoltre mi sento molto più energica durante il corso della giornata e, soprattutto, non sento sullo stomaco quella pesantezza che mi è capitato di accusare con altri integratori assunti durante il corso della mia carriera sportiva”.