Una delle intolleranze alimentari che è in continuo aumento nel mondo di oggi è l’intolleranza al glutine che, per il Ministero della Salute, solamente nel nostro paese colpisce 3 milioni di persone e sopratutto le donne rispetto agli uomini con un rapporto stimato di 3 a 1.

Che cos’è il glutine?

Il glutine, che non è presente in natura, è la frazione proteica di alcuni cereali quali grano (frumento), orzo, segale, kamut, farro, spelta e triticale (un ibrido composto da frumento e segale).

L’intolleranza al glutine generalmente si manifesta in ogni individuo con dolori addominali ma non solo, infatti l’intolleranza può causare tra i molti sintomi

  • nausea
  • bruciore alla bocca dello stomaco
  • gonfiore dell’addome
  • infiammazione del cavo orale
  • mal di testa

Che differenza c’è tra l’intolleranza al glutine e la celiachia?

La celiachia è un’infiammazione cronica dell’intestino tenue causata dal glutine e porta l’individuo che ne soffre a dover escludere per tutta la vita gli alimenti contenenti glutine dalla propria dieta. L’intolleranza, invece, può sparire con il passare del tempo.

Oggi non ci sono ancora certezze assolute su quelle che possono essere le cause scatenanti dell’intolleranza al glutine, anche se si ipotizza che possano essere alcune proteine contenute nel glutine che sono in grado di inibire alcuni enzimi digestivi e pancreatici presenti nell’apparato digestivo dell’essere umano.

Non esistono oggi dei farmaci in grado di guarire dall’intolleranza al glutine o dalla celiachia e, per questo motivo, l’unica soluzione è quella di fare una dieta priva di glutine, aspetto non facile perché è presente in tantissimi prodotti alimentari.

Isodrops, grazie all’assenza di glutine, è quindi un prodotto ideale da inserire nella dieta di coloro che soffrono di intolleranza al glutine o celiachia.