Il primo Rimini Welless come “protagonista” e non come spettatore. E’ questa l’esperienza che ha vissuto Alessandro Annovi, CEO dell’azienda Nutriplus, con Isodrops durante il primo week end di giugno. Quattro giorni in cui tutto ha funzionato al meglio e che sono stati davvero molto entusiasmanti sia dal punto di vista personale che professionale. Isodrops ha infatti riscosso un grandissimo interessamento da parte di tutte le persone che, incuriosite, hanno conosciuto e apprezzato il prodotto.

Come consideri il battesimo a Rimini Wellness per Isodrops?

“Sicuramente è stata una grande esperienza, sia dal punto di vista personale che professionale. Sono stati molto positivi sia i feedback che abbiamo ricevuto sul prodotto che il gradimento dei tantissimi visitatori presenti in fiera. Questo per noi, che siamo una giovane realtà, è un aspetto estremamente importante”.

Qual è stato l’aspetto maggiormente ricercato dai frequentatori della fiera?

“Sono convinto che l’innovatività dei prodotti sia stato l’aspetto che i presenti a Rimini Wellness cercassero maggiormente. Quello del fitness è un mondo in continua evoluzione e ho notato che c’è una continua ricerca di novità e, mi sento di poter dire, che in Isodrops l’hanno trovata.

Sono stati molto graditi anche entrambi i gusti da noi proposti (arancia e frutti di bosco) e, i valori nutrizionali del prodotto che sono in grado di soddisfare un ampio target di persone”.

A cosa ti riferisci?

“Certamente una proteina base acqua non è proprio cosa comune e questo è stato molto apprezzato da tutti coloro che sono passati dal nostro stand. L’assimilazione rapida e la facilità di digestione sono elementi molto importanti. Sicuramente i 15 g di proteina con 3,3 di amminoacidi sono cosa gradita a chi fa sport, così come le numerose vitamine presenti al suo interno e l’assenza di carboidrati, zuccheri e grassi”.

Guardandoti alle spalle che cosa ti resta della fiera?

“L’intensità e il continuo evolversi di tutte e quattro le giornate della fiera, che non scorderò di certo. Come non potrò dimenticare facilmente i tantissimi feedback positivi ricevuti, perché questo è ciò che riempie di gioia chi ha messo tanta energia per sviluppare e lanciare sul mercato un nuovo prodotto. Noi eravamo certi fin dall’inizio di aver fatto un buon lavoro, il fatto che questo riscontro arrivi anche dall’esterno è motivo di grande orgoglio”.